VIA CERCATORI DI EMOZIONI
La via che corre sul lato dx dello spigolo N. del monte Nona, gi√† percorso dalla via Bresciani/Genovesi del 1964,√® un’impegnativo itinerario situato in un’angolo ancora solitario del gruppo Nona/Procinto.

cercatori emozioni973329La via è rimasta per la gran parte attrezzata, sia alle soste che lungo i tiri.
La roccia √® nel complesso buona, anche se l’arrampicata, nella prima parte della via √® disturbata da alcuni tratti erbosi e friabili, che comunque non pregiudicano la sicurezza della salita.
Attacco:da fonte Moscoso per il sentiero che sale alla foce delle Porchette,una curva prima della foce, si traversa a dx per evidente traccia nel bosco.Dopo alcuni sali scendi,si raggiunge salendo, il colletto alla base dello spigolo N. del monte Nona.Attacco in comune alla via Bresciani.
L1)Dal colletto alla base dello spigolo N. del monte Nona, salire in comune alla via Bresciani/Genovesi, per facili saltini con erba arrivando in una evidente nicchia.(III+,2 ch.,sosta attrezzata 2 ch.,30 mt.).
L2)Mentre la via Bresciani/Genovesi va a sx,noi si esce dalla nicchia a dx, fin sotto una paretina friabile.Si sale a sx per spigoletto (IV) per poi traversare decisamente a dx (v+, roccia friabile) uscendo alla sosta su comodo terrazzino.(4 ch.di cui 3 trovati sul traversino friabile, sosta attrezzata 2 ch., 25 mt., il 1° ed il 2° tiro si possono unire).
L3)Direttamente sopra la sosta (IV) per poi superare verso dx un fastidioso e ripido tratto erboso con arbusto.Sempre a dx salendo sopra una costola (V).Poi per placche compatte, prima verticalmente poi a dx (VI,A1),raggiungendo (V) un piccolo ed aereo gradino dove si sosta.(4 ch. di cui 1 tolto,sosta attrezzata 1 ch.,1 spit,35 mt.).
L4)Superare direttamente il tettino sopra la sosta (IV,V),traversare a sx e girato lo spigolo (A1,ch. tolto),salire sopra una erbosa cengia sotto una placca adagiata.Salirla (IV),superando poi con impegnativa e bella arrampicata una verticale paretina (V+), giungendo sotto un’aperto diedro.Non salire il diedro ma traversare decisamente a sx e girato lo spigolo arrivare alla sosta su terrazzo erboso.(2 cles.,5 ch. di cui 2 tolti, 1 micro f.,sosta attrezzata 3 ch.,40 mt.).
L5)A dx in direzione di una fessura che incide una placca compatta (IV+) superarla uscendo a sx su di un terrazzino erboso (VI-).Un po’ a sx, quindi nuovamente a dx(V) per poi superare direttamente un tratto compatto e verticale (A1).Traversare, ora, facilmente a dx (IV-)e poi nuovamente dritti (piccola clessidra),superando con bella e sostenuta arrampicata delle placche verticali (A1,VI) arrivando alla sosta sotto il grande strapiombo.(8 ch., 3 cles.,sosta attrezzata 1 ch.,1 spit, 30 mt.).Tiro bello ed impegnativo.
L6)Obliquare a dx (IV) e superare un verticale ed atletico muretto (V+) entrando in un facile camino.Salirlo (III+) e dove si chiude, uscire a sx direttamente sopra il grosso strapiombo, sostando poco prima della cengia mediana.(3 cles., 1 micro f., 1 ch., sosta attrezzata 1 ch.,1 spit, 25 mt.).
L7)Spostarsi a sx (II) salendo sulla cengia alla base dello spigoletto che delimita a sx la zona strapiombante sovrastante la cengia che scende obliqua verso dx.(sosta da attrezzare 1 ch., 1 friend).Tratto di raccordo 10 mt. circa,la sosta da attrezzare è sulla verticale di un chiodo ad anello del tiro successivo.
L8)Salire lo spigoletto sopra la sosta,(V+) 1 ch. ad anello,guadagnando un terrazzino (piccola cles.) traversare decisamente a dx (1 micro f.)sul limite dello strapiombo (V,A1, 1 ch. e 1 friend) arrivando in una piccola nicchia (V+),visibile dalla cengia, sempre a dx (V+) ad una prima grossa clessidra.Dalla stessa salire a sx ad una seconda grossa clessidra (V).Ancora dritti (V) arrivando ad una terza clessidra con cordino sotto un tratto aggettante.Traversare a sx entrando in un facile canaletto che si segue fin dove si chiude in sottile fessura (IV-).Uscire a dx poi nuovamente dritti (IV+)arrivando alla sosta presso un’ottima cles. con cordino.(3 ch., 4 cles. 2 friend, 1 micro f., sosta attrezzata, 1 cles., 1 chiodo, 35 mt.).Tiro bello ed impegnativo.
L9)Facilmente fin sotto una corta ma strapiombante fessura (III+) sovrastata a sx da un’arbusto.(Sulla dx della fessura trovato 1 vecchio chiodo all’inizio di una rampa obliqua a dx,possibile variante di uscita alla via Bresciani?).Con passo atletico superare la placca a sx della fessura (V+) quindi pi√π facilmente (IV+) un po’ a dx poi nuovamente a sx (IV) quindi per facile roccette ed arbusti (II) si raggiunge la sommit√†.(2 ch., 2 friend, sosta su pianta, 55 mt.
Discesa:elementare per prati fino a trovare il sentiero che a sx porta alla foce delle Porchette.In questo caso √® conveniente lasciare gli zaini all’inizio della traccia che porta all’attacco.In caso di discesa in doppia dalla via, √® necessario moscettonare il chiodo nel camino del 6¬∞ tiro per raggiungere la sosta sotto il grosso strapiombo.Discesa in doppia sconsigliata.


 

Parete O.N.O.
Prima Salita
13/12/2003
PRIMI SALITORI
Benassi Alberto
Sigali Luciano
Tessandori Giuseppe
Dif. TD+
(V+,VI,A1)la difficoltà dichiarata è quella superata in apertura dal primo di cordata, anche se alcuni passi in artificiale sono stati poi fatti in libera dai primi salitori.
Sviluppo 270 mt.
Materiale:la via è rimasta attrezzata come da relazione.Occorre comunque portare: 5,6 chiodi misti;cordini,anche sottili, per clessidre;micro friend; friend fino al numero 2(misure camalot);almeno 1 staffa;può essere utile un gancio.-