VIA DELLA BEFFA

Itinerario di stampo classico, sempre alla ricerca del passaggio pi√π facile. Roccia a tratti friabile che richiede attenzione, ma meritevole di ripetizione per l’ambiente solitario e selvaggio in cui si svolge, con bella vista sulla parete S.O. del monte Contrario e sulla Valle degli Alberghi.

viadellabeffa72531570Attacco: dalla focetta che divide il torrione Figari dalla cresta S. della Forbice, scendere il canale (verso gli Alberghi) ed allle prime tracce traversare a sx. Risalire il primo canale a sx e superata una strozzatura (1 ch. trovato) continuare per circa 70/80 mt. e quando il canale si allarga, traversarlo a sx per raggiungere l’attacco alla base di un muretto alla dx di uno speroncino.
L1) Alla dx dello speroncino salire il muretto di pochi mt. IV- obliquare a dx per piccola cengia (1 fr.) fin sotto una fessura con pilastrino instabile a dx. Salirla V (1 fr.) poi a dx per cengia ad un diedro aperto ed inclinato. Per il diedro V- (1 fr.) poi a sx (1 ch.) sostando su di un terrazzino, prima di facili placche inclinate. (35 mt. 2 ch.).
L2) Obliquare a sx traversando per le facili placche III e sempre a sx raggiungere dei blocchi sottostanti uno strapiombo; traversarli a sx IV- ( 1 fr.) e sempre a sx aggirando delle placche verticali (1 fr.) ed un successivo strapiombo. Quindi in verticale e per fessura diagonale a dx IV+ (1 ch.) e quindi alla sosta alla base di un corto diedro-fessura. (45 mt. 2 fr.).
L3) Per il diedro, salire sul terrazzino sopra la sosta III. Per cengia a dx ad un aperto diedrino sottostante ad uno strapiombo ad arco che si allunga verso sx. Su per il diedro IV+ (1ch.) poi a sx per delicata placca V+ (1 ch.)


 

Monte la Forbice parete S.E. della cresta S:
Prima Salita
14 Settebre 2002
PRIMI SALITORI
Alberto Benassi
Luciano Sigali
Giuseppe Tessandori
Dif. TD- (V+)
Lunghezza 220 mt. circa
Materiale: usati 16 chiodi vari più friend medio piccoli, soste comprese. Tutto il materiale usato è stato tolto.